1871

Nel 1871, Albert Stoll I (1836-1897) insieme al socio Max Klock fonda a Waldshut una fabbrica di sedie, la "Stoll & Klock". Quando Klock lascia la società nel 1879, l'azienda prende il nome di "Albert Stoll".

Vi lavorano dalle due alle tre dozzine di persone, impegnate nella realizzazione di sedie in legno curvato. Waldshut offre buone condizioni di produzione: la principale materia prima, il legno di faggio, cresce nella valle del Reno, proprio davanti a casa. In questa regione poco industrializzata, Albert Stoll I trova manodopera a sufficienza. Nei paesi circostanti, riesce a reperire facilmente e per compensi relativamente contenuti lavoratori del luogo da impegnare nella produzione di sedili in paglia intrecciata. Dal 1856, Waldshut viene collegata alla rete ferroviaria in fase di costruzione. Fino alla creazione di trasporti stradali rapidi, efficienti ed economici questa via di comunicazione sarà indispensabile per la distribuzione dei prodotti.

Il fondatore dell'azienda muore nel 1897 all'età di 61 anni, lasciando moglie, tre figlie e il figlio quindicenne Albert Stoll II. La moglie Bertha guida l'azienda da imprenditrice di successo, abilità che le valse il nomignolo di "Sesselmacherin" (la seggiolaia).

1890

Versione a quattro razze in legno curvato

1912

Albert Stoll II (1882-1937) si diploma al liceo di Waldshut e studia ingegneria meccanica a Karlsruhe. Nel 1910 si trasferisce negli Stati Uniti per motivi di studio.

Nel 1912 inizia a Waldshut la produzione delle sedie con traversine. Questi modelli si differenziano nettamente dalle sedie in legno curvato diffuse fino ad allora, e sono ormai composti da poche parti piegate. Le traversine orizzontali e verticali conferiscono stabilità al modello, che prende il nome di sedia "Rekord", sostenendo lo schienale. I singoli pezzi vengono prodotti con macchinari speciali acquistati da Albert Stoll II negli Stati Uniti, che consentono di evitare lunghe lavorazioni artigianali.

Albert Stoll II introduce miglioramenti alla poltroncina per ufficio americana e progetta una sedia girevole che battezza "Federdreh". Alla fiera di Lipsia del 1926 presenta per la prima volta al pubblico la sua creazione: "Federdreh", la prima sedia girevole a molle con ammortizzazione, dotata di brevetto internazionale.

Albert Stoll II muore inaspettatamente il 16 febbraio 1937 all'età di 54 anni.
Dei suoi quattro figli, tre porteranno avanti l'azienda di famiglia. Albert Stoll III si pone alla guida dello stabilimento di Coblenza, mentre Christof e Martin Stoll dirigono insieme la sede di Waldshut fino al 1958.

1912

Sedia "Rekord"

1926

Costruzione di "Federdreh", la prima sedia girevole a molle d'Europa.

1929

La prima sedia girevole con ruote piroettanti.

1953

Nel 1953, Christof Stoll (1912-2003) introduce per i collaboratori la partecipazione agli utili dell'azienda.

Nel 1958, Christof e Martin Stoll dividono l'impresa di famiglia Albert Stoll OHG in due aziende, Christof Stoll KG a Waldshut e Martin Stoll, Federdreh-Stuhlfabrik a Tiengen.

In seguito alla crescita dell'attività, a partire dal 1969 la produzione viene progressivamente spostata nella nuova sede di Dogern. Nel 1970 Christof Stoll costituisce per la prima volta un reparto interno destinato allo sviluppo e al collaudo dei prodotti e assume Theo Hartmann, il primo designer formalmente qualificato. Fino al 1987 verranno inaugurate complessivamente otto filiali europee.

Nel settore degli arredi per ufficio, l'azienda Stoll impiega i metodi di produzione e gli impianti più innovativi ed ecologici. Il prodotto "seduta per ufficio" rispecchia pertanto le più recenti acquisizioni nel campo della medicina del lavoro.

Per i suoi meriti di imprenditore, nel 1986 Christof Stoll viene insignito dell'ordine al merito della Repubblica Federale di Germania.

1962

Karl Bröcker fonda l'azienda Gesika Büromöbelwerk GmbH.

1970

Nel 1970, Christof Stoll crea per la prima volta un reparto interno di ricerca, sviluppo e collaudo, dotato del più grande e moderno laboratorio del settore.

1973

Sviluppo del sedile anatomico, dello schienale Permanent Contact e del meccanismo Similar (il principio della seduta dinamica). Soluzioni tecniche per il sostegno ergonomico ottimale della persona alla postazione di lavoro.

1985

L'8 marzo 1985, Christof e Emma Stoll creano la fondazione no profit Stoll VITA e vi trasferiscono il proprio patrimonio, che comprende anche la partecipazione maggioritaria all'azienda di famiglia, nota dal 1995 con il nome di Sedus Stoll AG.

1993

Christof Stoll viene eletto "Ecomanager dell'anno" dal WWF (World Wide Fund For Nature) e dalla rivista Capital.

1994

Certificazione DIN ISO 9001.

1995

Trasformazione dell'azienda in Sedus Stoll AG.

Eco-Audit conformità con gli standard UE quale primo produttore di mobili in Germania.

1999

Partecipazione di maggioranza nella società Klöber GmbH, produttore di mobili per ufficio, Überlingen.

2000

All'insegna dello slogan "schlafen im Büro" (dormire in ufficio) e "powernapping", Sedus dimostra il suo spirito pionieristico, riconoscendo per prima l'importanza del cambio di postura per il benessere dei collaboratori nello svolgimento delle mansioni quotidiane.

2002

Fusione con Gesika Büromöbelwerk GmbH.
Sedus diviene produttore di una gamma completa di arredi per ufficio.

2005

Sviluppo del concetto di arredo olistico "Place 2.5 - la nuova cultura emozionale in ufficio".
Con questo nuovo principio, Sedus funge da precursore nella missione di creare un ambiente ufficio come luogo di benessere per le persone, a vantaggio anche della produttività dell'azienda.

2008

Trasformazione di Gesika Büromöbelwerk GmbH in Sedus Systems GmbH, Geseke.

Sviluppo del meccanismo "Similar-Plus" con angolo di apertura preselezionabile e possibilità di regolazione rapida.

2010

Completamento del nuovo Centro di Ricerca e Innovazione di Dogern.

Sedus è il primo produttore di mobili per ufficio a ricevere la certificazione EMAS III.

2012

Introduzione della tecnologia di bordatura laser. Il bordo di design privo di fuga ed ecologico rappresenta un importante progresso nella lavorazione di tutti gli arredi e i piani di lavoro.

Nel 2012 Sedus vince l'Umweltpreis, il premio per la salvaguardia dell'ambiente assegnato alle aziende del Baden-Württemberg.

In collaborazione con il Politecnico di Monaco di Baviera, Sedus sviluppa un nuovo concetto cinematico di seduta per la poltroncina girevole "swing up", con l'obiettivo di migliorare ulteriormente la seduta in ufficio. Risultato: una seduta più sana grazie a una maggiore mobilità. La sedia si adatta all'utente e non il contrario.

Oggi...

... elaboriamo soluzioni per gli ambienti di lavoro di domani. Lo facciamo insieme ai nostri partner in 74 paesi nel mondo. Con i nostri prodotti e servizi e grazie a un impegno continuo aiutiamo le persone e le aziende a creare un futuro di successo, all'insegna della sostenibilità.