Sedus swing up

La seduta operativa basata sul nuovo concetto cinematico SimilarSwing

Il concetto

La poltroncina swing up è l’erede diretta della storica sedia girevole a molle degli anni venti. I risultati della ricerca, condotta in collaborazione con il dipartimento di ergonomia del Politecnico di Monaco per sondare le condizioni di seduta ideale, sono confluiti in modo determinante nel nuovo prodotto. Sedus, già pioniere della sedia girevole, riesce a offrire con la nuova swing up opzioni di movimento finora impensate, ancora più intuitive, che consentono anche di lavorare in modo più sano.

Stare seduti è una postura innaturale per l’uomo, se si considera la sua storia evolutiva. L’essere umano, la cui corporatura ha subito l’ultimo sostanziale cambiamento genetico all’età della pietra, è sempre stato ed è un “animale in movimento”. Questo fatto è incontrovertibile. Esiste perciò una stretta correlazione fra attività fisica e mentale, flusso sanguigno, regolazione ormonale e moto; è proprio grazie al movimento, infatti, che le cellule grigie del cervello ricevono il necessario nutrimento, indispensabile per lo sviluppo e le attività intellettuali. Questa consapevolezza pone sempre grandi sfide al mondo del lavoro e alle diverse attività professionali, molte delle quali sono svolte necessariamente stando seduti di fronte a un monitor.

Collaborazione con il Politecnico di Monaco
Il percorso che ha portato allo sviluppo del rivoluzionario concetto di seduta SimilarSwing di Sedus ha previsto la collaborazione con il dipartimento di ergonomia del Politecnico di Monaco (TUM, Technische Universität München), sotto la direzione del prof. Klaus Bengler. Nella fase iniziale di analisi si sono studiate con ricerche approfondite le possibilità di movimento da agevolare nell’ambito della postura seduta. In un secondo momento si sono definite le funzioni aggiuntive che rendono più confortevole, e al contempo dinamica, la seduta su una poltroncina girevole, allo scopo di prevenire danni legati a una postura statica e favorire anche una maggiore efficienza lavorativa. Per supportare l’attività cerebrale è di fondamentale importanza che siano attivate proprio le articolazioni e la muscolatura dell’apparato preposto alla deambulazione e alla seduta. Soprattutto la posizione e il movimento liberi del bacino consentono una flessibilità che più si avvicina alle esigenze della nostra costituzione, rimasta pressoché inalterata dai primordi e strutturalmente programmata per camminare.

Gli elementi distintivi di questa poltroncina riguardano la struttura di base. Ad esempio, il collegamento centrale, che caratterizza il supporto dello schienale, è la soluzione logica di design con cui si realizzano il passaggio diretto dalla meccanica alla dorso-cinetica (1) e l’integrazione della regolazione in altezza (2). La nuova cinematica del sedile (3) ne permette l’inclinazione laterale. Il meccanismo Similar-Plus (4) consente a sedile e schienale di seguire in sincronia ogni movimento del corpo indipendentemente dalla postura adottata.

Il risultato
Il nuovo concetto cinematico di seduta SimilarSwing integra, oltre alle opzioni di movimento di una buona poltroncina con movimento sincrono, la libertà di movimento del bacino. Fondamentale e innovativa è la lieve inclinazione laterale del sedile che può raggiungere fino a otto gradi. La nuova cinematica dà agio al corpo di assumere, se necessario, una diversa posizione in modo del tutto spontaneo. Il nostro corpo sfrutta l’opportunità di muoversi non appena ne avverte la possibilità, anche da seduto. Ma questi movimenti, compiuti in modo per lo più inconscio e istintivo, non devono generare insicurezza; per questa ragione il sedile deve essere dotato di una certa dose di elasticità e permettere una lieve inclinazione laterale della seduta in caso di flessione del busto. La dorsocinetica dello schienale entra in azione in sincronia con il movimento che coinvolge la seduta. Ma come si realizza questo concetto a livello costruttivo e di struttura del sedile? La scocca del sedile, mobile intorno all’asse longitudinale, è sostenuta lateralmente mediante elementi elastici. La forza di richiamo è sempre suffi‡ciente a riportare il busto in posizione verticale. I braccioli non partecipano a questo movimento, dando così alla persona seduta la sensazione di affidabilità e di protezione, anche nel caso di movimenti piuttosto energici. La nuova swing up, concepita secondo il principio del design “inside out”, è nata per “indurre” al movimento, e stimolare l’effi‡cienza sia fisica che intellettuale. È stata presentata in anteprima mondiale a Colonia, in occasione di Orgatec 2012.

Il parere del designer

Rüdiger Schaack parla delle sfide che si è trovato ad affrontare progettando swing up.
L’aspetto affascinante e allettante di questa impresa è stata la collaborazione di tutti i partecipanti coinvolti nelle varie fasi, dalla ricerca, al design, fino alla realizzazione. Abbiamo esaminato, scartato e ottimizzato numerose idee e approcci in base a modelli funzionali, per giungere a realizzare la poltroncina con i requisiti ergonomici ideali.
• La dorso-cinetica, caratteristica peculiare di comprovata efficacia di questa poltroncina, risulta potenziata mediante la regolazione in altezza dello schienale, che resta cosi fissato sempre nella posizione ottimale per l’utente.
• Il sedile, montato su un sistema orbitale, offre una flessibilità direzionale, regolabile e di supporto che favorisce il movimento delle anche, oltre ai movimenti dorso-ventrali (inclinati in avanti e indietro), grazie al collaudato meccanismo Similar- Plus.

La nuova poltroncina, concepita per indurre al movimento, asseconda il moto spontaneo e naturale della persona seduta, offrendo possibilita finora impensate. Il meccanismo Similar-Swing conferisce alla scocca del sedile una flessibilita laterale che permette al bacino di piegarsi anche di lato. Rispetto a una buona sedia girevole dotata di meccanismo sincrono, swing up fornisce una libertà di movimento superiore che rappresenta una vera rivoluzione nel modo di stare seduti.

La seduta dinamica è sana
Con una seduta dinamica si prevengono i danni legati a una postura statica e si favorisce l’efficienza lavorativa, poiché le articolazioni e la muscolatura della regione dorsale e dell’anca vengono attivate a supporto dell’attività cerebrale. La regolare circolazione del sangue e l’apporto di sostanze nutritive e ormoni rivestono un’importanza enorme anche per l’efficienza intellettuale e il benessere emotivo. La nuova cinematica assicura tutta la libertà necessaria alla persona seduta, sfruttando allo stesso tempo la tendenza naturale del corpo a trovare il proprio equilibrio. La sequenza di movimenti è armoniosa e fluida e il corpo percepisce gli stimoli che inducono al moto, assecondandoli in modo automatico. Dal momento che i braccioli non partecipano a questo movimento, la persona seduta sperimenta una sensazione di sicurezza e un alto grado di comfort e protezione.

Linee armoniose
L'elemento distintivo della famiglia di poltrone create dal designer Rudiger Schaack è il profilo verticale dello schienale e il collegamento centrale valorizzato dalla silhouette slanciata. A questo si aggiunge la conformazione ergonomica del sedile. La linea elegante del supporto dei braccioli richiama la mobilità del sedile, mentre il supporto dello schienale integra perfettamente la dorso-cinetica che permette la regolazione in altezza e in profondità. La poltroncina swing up è stata sviluppata ponendo al centro esclusivamente la persona; ecco perché è interamente al servizio di chi la utilizza. Si tratta di un contributo diretto, in linea con le esigenze fisiologiche dell’utente, che accresce il benessere grazie a un ambiente lavorativo piu confortevole e gradevole, assicurando inoltre un guadagno in salute nel lungo periodo.

Video: Sedus swing up