Sedus presenta una novità ergonomica mondiale

La poltroncina “swing up”, nata per indurre al movimento

In occasione di Orgatec 2012, Sedus espone a Colonia una novità mondiale assoluta, la famiglia di poltroncine “swing up” che fissa nuovi parametri nell’ergonomia e rappresenta un nuovo paradigma di “seduta dinamica”. Sedus Stoll AG,  fra le aziende europee leader nella produzione di arredi per ufficio, ha raggiunto già negli anni settanta traguardi di altissimo livello nello sviluppo della seduta orientata al movimento. Frutto di questa continua ricerca è la nuova “swing up” che rivoluziona il modo di stare seduti.

Per realizzare “swing up” Sedus ha collaborato con il dipartimento di ergonomia del Politecnico di Monaco (TUM, Technische Universität München), sotto la direzione del prof. Klaus Bengler. Da ricerche approfondite è emerso che per una postura più sana è necessario favorire maggiormente i movimenti della persona seduta, coinvolgendo nella mobilità il bacino e le vertebre lombari. Al tempo stesso è fondamentale lasciare maggiore libertà di movimento per indurre il corpo ad utilizzare in modo spontaneo e costante tutte le opzioni di postura.

La soluzione è “swing up”, la prima sedia per ufficio che riesce a offrire possibilità di movimento finora impensate, assecondando un comportamento intuitivo e naturale dell’utente. Il meccanismo Similar-Swing conferisce alla scocca del sedile una flessibilità laterale che permette al bacino di piegarsi anche di lato. L’utente di “swing up” usufruisce di una libertà di movimento superiore a quella normalmente fornita da una buona sedia girevole dotata di meccanismo sincrono.Per il nuovo meccanismo sono state depositate sei domande di brevetto e una di registrazione del marchio.

Dal momento che le articolazioni e la muscolatura della regione dorsale e dell’anca vengono attivate per supportare l’attività cerebrale, si prevengono anche i danni legati a una postura statica e si favorisce l’efficienza lavorativa. La regolare circolazione del sangue e l’apporto di sostanze nutritive e ormoni riveste un’importanza enorme anche per l’efficienza intellettuale e il benessere emotivo. La nuova cinematica assicura tutta la libertà necessaria alla persona seduta, sfruttando allo stesso tempo la tendenza naturale del corpo a trovare il proprio equilibrio. La sequenza di movimenti è  armoniosa e fluida e il corpo percepisce gli stimoli che inducono al moto, assecondandoli in modo automatico. Dal momento che i braccioli non partecipano a questo movimento, la persona seduta sperimenta una sensazione di sicurezza e un alto grado di comfort e protezione. L’utente può anche bloccare la cinematica del sedile, secondo le proprie esigenze.

Elemento distintivo della famiglia di poltrone create dal designer Rüdiger Schaack è il profilo verticale dello schienale e il collegamento centrale valorizzato dalla silhouette slanciata. A questo si aggiunge la conformazione ergonomica del sedile. La linea elegante del supporto dei braccioli richiama la mobilità del sedile, mentre il supporto dello schienale integra perfettamente la dorso-cinetica che permette la regolazione in altezza e in profondità.

La poltroncina girevole “swing up”, disponibile con sostegno cervicale, regolabile in altezza e inclinabile, prevede anche le versioni per visitatori e conferenza. Queste versioni sono disponibili con schienale in membrana, imbottitura comfort o imbottitura piatta.

La fisiologia dell’uomo moderno, rimasta immutata dall’età della pietra, è perfetta per un’esistenza in continuo movimento. Per questo il moto è indispensabile, non solo per la funzionalità dei muscoli e dell’apparato locomotore, ma anche per lo sviluppo delle capacità cognitive e della creatività. Come ogni soluzione di arredo ideata da Sedus, anche “swing up” è incentrata sull’uomo e sulla ricerca di opzioni per migliorare il benessere e l’efficienza grazie a un ambiente di lavoro più gradevole e confortevole.

"swing up" di Sedus sarà disponibile da maggio 2013.

Qui sotto è disponibile una piccola selezione di immagini; puoi trovare altro materiale fotografico nel Sedus MediaCenter.