From space to place

La workplace stratega per soddisfare le esigenze in ufficio

 

Come si può progettare lo spazio di lavoro in modo che aiuti le persone a
rimanere attive e in salute in ufficio?

 

 

Organizzazioni tradizionali o innovative vedono l’enorme potenziale delle reti aperte e un crescente bisogno di interazione. L’ufficio di ogni azienda di successo deve essere in grado di offrire una giusta miscela di spazi in grado di favorire la collaborazione e la concentrazione e soprattuto il rapido passaggio dall’una all’altra modalità di lavoro.

1. Crossroads – Incrementare gli scambi spontanei

Incontrare colleghi per caso, lungo i corridoi o alla macchina del caffè o nelle aree break porta spesso a brevi, ma intesi scambi di opinioni e alla condivisione informale di informazione. Non bisogna sottovalutare il valore di questi “crossroads” quando si progetta un ufficio, perché sono questi luoghi che aumentano la creatività e promuovono il giusto atteggiamento verso processi lavorativi innovativi.

2. Prossimità – Spazi per riunioni informali

La gente usa spontaneamente gli spazi informali d’incontro vicino alle scrivanie e alle aree di lavoro. Questi spazi dovrebbero combinare un aspetto confortevole e lavorativo al contempo, offrendo superfici “soft” e superfici dure. In aggiunta, l’uso di partizioni verticali può aiutare a migliorare l’assorbimento e l’abbattimento acustico, proteggendo le aree di lavoro e migliorando la qualità della comprensione verbale nell’area d’incontro.

3. Nuove forme per superare le barriere

L’uso di arredi di forme complesse può migliorare l’esperienza spaziale dell’ufficio. Le forme rettangolari e regolari, sinonimo di strutture e meeting formali, possono essere sostituiti da forme organiche. Cambia così la percezione spaziale, il modo in cui le persone usano lo spazio e il modo in cui comunicano e interagiscono fra loro.

4. Trasparenza - contatto visivo tale persone

La scelta del giusto arredo è fondamentale per il giusto contributo al bilanciamento fra comunicazione e concentrazione. Soluzioni incentrate su tavoli alti e sgabelli, che seguono la regola del “quello che vedo è quello che ottengo”, aiutano a riconoscere come lo spazio viene usato e quali sono le modalità di lavoro ospitate. Evitando l’eccesso di schermi, un contatto visivo viene stabilito fra le persone presenti, naturalmente inclini a rispettare concentrazione o informalità.

5. Creare spazi invece che riempirli

Gli uffici open space offices sono sempre più comuni. Il vantaggio della compressione degli spazi personali deve affrontare la sfida di mantenere gli spazi lavorativi efficienti, apprezzabili dal punto di vista del benessere e con un ottimo bilanciamento fra spazi di lavoro privato e spazi condivisi. Spesso si riempiono gli uffici di arredi senza creare il giusto bilanciamento e percezione dello spazio:
al contrario alcuni arredi, usati in un sapiente layout, possono agire da protagonisti “creando” luoghi, piuttosto che riempire spazi, come nel caso dell’utilizzo di sistemi contenitori modulari, come Sedus Territory, o di elementi verticali flessibili, come Visvall.

Desideri essere informato gratuitamente su tendenze e tematiche emergenti nel mondo del lavoro?
Siamo lieti di inviarti in automatico l'ultimo numero di Sedus INSIGHTS.

Ti preghiamo di compilare il seguente modulo:


Dopo l'invio del modulo riceverai un'e-mail da parte nostra. Per confermare basta cliccare sul link al suo interno. In questo modo sapremo che hai effettuato la registrazione e che non vi è stato alcun utilizzo improprio del tuo indirizzo e-mail. Registrandoti, accetti le nostre direttive sullaprotezione dei dati.
 

* Campo obbligatorio

Contatto
Entra in contatto
Showroom
Lasciati ispirare